• Domande

    La chiarezza, prima di tutto

Consulta le domande più frequenti sotto riportate. Se non trovi risposta alle tue curiosità, scrivici a info@celim.it.

Donazioni online

e altri tipi di donazione

PayPal è un sistema di pagamento on-line sicuro, facile e veloce.

  • Sicuro: i dati della carta di credito o della banca a cui è appoggiato PayPal sono conservati solo da Paypal. Creando un account, ogni volta che si acquista/dona in Internet non è necessario reinserire i dati;
  • è un sistema più veloce rispetto all’invio di assegni o vaglia;
  • massima riservatezza dei dati personali e finanziari;
  • il sistema anti-frode all’avanguardia offre elevati standard di sicurezza.
  • Facile: con due semplici click è possibile acquistare/donare. Dona ora

Sì, sia che si tratti di una donazione una tantum sia di una donazione regolare tramite domiciliazione bancaria (vedi sotto); basta segnalarlo nella causale. Solo se decidi per una donazione regolare tramite Paypal non ti è possibile scegliere un sostegno specifico.
Se non lo fai, le donazioni raccolte verranno distribuite tra tutti i progetti in corso a seconda delle necessità di ciascuno.

Certamente, CELIM opera in piena trasparenza e il nostro bilancio è pubblico e scaricabile alla pagina Ci presentiamo.

Certamente, con la donazione singolaPuoi anche sostenerci con una donazione regolare (vedi la Domanda successiva), l’unica modalità di sostegno che ci permette di pianificare le nostre attività in modo efficace.

Programmare una donazione continuativa e automatica, anche piccola, non ti costa nulla e consente a noi di pianificare al meglio le attività che decidi di sostenere, in Italia e all’estero.
L’addebito bancario diretto della tua donazione è:

  • conveniente: risparmi denaro perché non paghi le commissioni bancarie* e, allo stesso tempo, hai la possibilità di rateizzare la donazione – ad esempio su base mensile – consentendoti di gestire in modo migliore le tue disponibilità;
  • solidale: assicuri un sostegno regolare alle attività di CELIM o ad uno specifico progetto che ti sta a cuore. In questo modo ci permetti di pianificare al meglio gli aiuti e di ridurre ulteriormente le spese di gestione;
  • comodo: risparmi tempo dando il tuo aiuto da casa, senza fare code in banca o in posta. Il tuo contributo sarà versato automaticamente dalla banca al conto di CELIM: la quota e i tempi li decidi tu;
  • semplice: basta un solo gesto; compila il modulo per attivare questa forma di sostegno.

In occasione di un matrimonio, un compleanno, un battesimo o una qualsiasi ricorrenza e giorno speciale, puoi decidere di trasformare il tuo regalo in un regalo anche per il resto del mondo attraverso una donazione. CELIM invierà un “attestato di buona azione” alla persona cui decidi di regalarlo per informarla del tuo gesto.
Nella causale della tua donazione ricorda di specificare “in occasione di” e scrivi a info@celim.it per richiedere l’attestato specificando il contatto cui indirizzarla.
Anche questo tipo di donazione è fiscalmente detraibile/deducibile: vedi la sezione seguente (Benefici fiscali).

Certamente. Potete decidere di fare una “lista nozze” a favore di un progetto che ti sta particolarmente a cuore; potete scegliere di ridurre il budget per le bomboniere e sfruttare il risparmio per sostenere un progetto e informare gli invitati di questa vostra decisione attraverso una nostra pergamena; infine potete scegliere le nostre bomboniere solidali. Per ulteriori informazioni, vedete anche le Domande alla sezione Bomboniere.

Sì, in occasione di un matrimonio, un battesimo, una comunione o qualsiasi evento vogliate festeggiare, puoi scegliere una delle nostre bomboniere solidali, cui affiancare o meno una pergamena che spieghi il vostro gesto, puoi trasformare l’intero budget per le bomboniere in una donazione, puoi scegliere i nostri biglietti augurali.
Visita lo
shop e vedi anche le Domande alla sezione Bomboniere.

BENEFICI FISCALI

sgravi e agevolazioni

Sia le persone fisiche sia le aziende possono godere di agevolazioni fiscali per le donazioni effettuate a favore di CELIM.
Se sei un privato, scopri di più alla pagina Dona ora, se sei un’azienda scopri di più alla pagina dedicata.

Le spese deducibili possono essere sottratte al reddito prima di calcolare l’imposta da pagare, le spese detraibili possono essere sottratte direttamente alle imposte da pagare, diminuendone così l’importo da pagare al fisco. Scopri cosa puoi dedurre o detrarre alla pagina Dona ora.
Le aziende possono dedurre dal proprio reddito le erogazioni liberali. Clicca qui per maggiori informazioni.

No, sono riconosciute solo le donazioni versate tramite banca o ufficio postale ovvero mediante sistemi di pagamento “tracciabili”.

Di ogni euro raccolto utilizziamo l’88% per le attività istituzionali (progetti di cooperazione internazionale, di educazione interculturale in Italia e i servizi che offriamo), l’12% per coprire i costi di struttura. CELIM opera in piena trasparenza e il nostro bilancio è pubblico e scaricabile. Per maggiori dettagli visita la pagina Ci presentiamo.

SHOP SOLIDALE

pagamenti e spedizioni

Puoi farlo in totale sicurezza direttamente attraverso il sito, utilizzando la tua carta di credito: CELIM si appoggia a PayPal (vedi la prima sezione delle Domande: Donazioni online), un sistema di pagamento on-line sicuro, facile e veloce.
Se preferisci effettuare il pagamento tramite bonifico, scrivi a
info@celim.it: prenderemo in carico la tua richiesta non appena riceveremo copia del bonifico.
In nessun caso è possibile pagare alla consegna.
Ricorda che accettiamo spedizioni solo verso l’Italia.

Le spese di spedizione vengono calcolate in automatico da paypal e sono visibili al momento in cui si procede al pagamento.
Siamo disponibili a spedire con un corriere (il nostro è DHL, se possiedi un Codice Cliente con questo o un altro corriere, segnalacelo) o puoi venire a ritirare i tuoi oggetti presso la nostra sede in via degli Arcimboldi 5 a Milano, previo appuntamento: in questi casi, scrivi a info@celim.it o chiama lo 02.58317810.
Ricorda che accettiamo spedizioni solo verso l’Italia.

Prenderemo in carico il tuo ordine non appena riceveremo il pagamento, quindi la spedizione verrà effettuata tramite Poste Italiane con consegna entro 4 giorni lavorativi.
Accettiamo spedizioni solo verso l’Italia: per spedizioni fuori Italia, consegne express o tramite corriere diverso da Poste Italiane, scrivi a
info@celim.it

Per le bomboniere:
La stampa delle pergamene verrà effettuata entro 7 gg dall’approvazione della bozza.
Il tempo richiesto dal confezionamento delle bomboniere dipende dalle quantità richieste. Inoltre, le bomboniere provenienti dal commercio equo-solidale non sono disponibili a magazzino, ma arrivano a noi in 1 settimana lavorativa. A prodotto confezionato, la spedizione verrà effettuata tramite Poste Italiane con consegna entro 4 giorni lavorativi.

Sì, ma non potrai concludere l’acquisto online: dovrai necessariamente scrivere a info@celim.it e fissare un appuntamento per il ritiro.
La nostra sede si trova in pieno centro a Milano, in una zona dunque soggetta a traffico limitato: dati gli orari di apertura del nostro ufficio (indicativamente lun/ven 9/18), dovrai acquistare un ecopass. Maggiori informazioni sul sito del Comune di Milano.
Non accettiamo bancomat o carte di credito.

No, una volta riempito il carrello puoi procedere al pagamento online solo tramite Paypal (Perchè? Vedi domanda 1, sezione Donazioni online).
Se preferisci pagare tramite bonifico, bollettino o in contanti devi scrivere a info@celim.it.

Sì ma è necessario che, dopo aver scelto e pagato il regalo, tu scriva a info@celim.it per segnalare questa scelta e l’indirizzo del destinatario. Ricorda che accettiamo spedizioni solo verso l’Italia.

Non è necessario: a conclusione dell’acquisto scrivi a info@celim.it per segnalare cosa far arrivare a chi.

I motivi più comuni sono:

  • la tua casella mail ha raggiunto il limite di capienza massimo;
  • un software antispam ha bloccato il nostro messaggio, controlla la tua cartella spam;
  • ricorda che tutti i messaggi relativi alle transazioni arriveranno da PayPal;
  • hai immesso un indirizzo email errato nel modulo di pagamento di PayPal.

Alcuni oggetti sono strettamente legati ad un progetto o ad una particolare attività, come segnalato nella Scheda Prodotto. Dove non segnalato invece, il tuo contributo andrà al progetto più bisognoso.

Sì, quello che trovi nella nostra pagina Shop sono le nostre proposte di regali solidali: scegliendoli, al netto dei costi, andrai a sostenere economicamente le nostre attività in Italia e all’estero. Riceverai quindi una nostra dichiarazione per l’avvenuta donazione, utile per ottenere le agevolazioni fiscali previste per legge quando farai la dichiarazione dei redditi.

BOMBONIERE SOLIDALI

modalità e ordinazioni

No, puoi ordinare il numero di bomboniere che desideri: il costo segnalato nella pagina Shop si riferisce ad ordini di massimo 50 pezzi, per ordini superiori è previsto uno sconto progressivo. Per questo, se desideri ordinare almeno 51 pezzi, scrivici a bomboniere@celim.it

Le pergamene sono tutte personalizzabili: data, luogo dell’evento, nome del/dei festeggiati ed eventualmente frase. Nelle bomboniere è previsto un bigliettino standard con data e nome/nomi: altre personalizzazioni vanno richieste.

Sì, una volta effettuato l’ordine e ricevuto il pagamento, ti arriverà via email una prova di stampa e attenderemo il tuo riscontro prima di procedere alla stampa effettiva e alla consegna.

Sono confetti provenienti dal commercio equo-solidale attraverso la Cooperativa Chico Mendes.

AZIENDE

e grandi realtà

Certamente. Per poter usufruire delle agevolazioni, le donazioni devono essere effettuate tramite strumenti di pagamento tracciabili (bonifico, anche online, assegno, bollettino). Insieme al riepilogo delle donazioni effettuate nell’anno rilasciato da CELIM, è opportuno conservare: la ricevuta di versamento bancaria o postale, l’estratto conto della carta di credito o del conto corrente (in caso di addebito SSD CORE). Le donazioni in contante non rientrano in alcuna agevolazione. Per le donazioni in beni materiali fa fede la dichiarazione di avvenuta ricezione con l’attestazione del valore di quanto donato dall’azienda.

Assolutamente sì: alcune aziende ci hanno donato delle attrezzature, altre degli oggetti o dei buoni spesa che sono stati usati per fare delle raccolte fondi. Insieme a questi beni, abbiamo bisogno di un documento che certifichi il loro valore di mercato: CELIM invierà quindi una ricevuta che attesta la ricezione di tali beni per il valore dichiarato e che servirà ai fini delle agevolazioni fiscali previste per legge. Per maggiori dettagli, visita la pagina dedicata ai benefici fiscali per le imprese e chiedi anche al tuo commercialista.

Esistono diverse modalità con cui un’azienda può impegnarsi con CELIM per il cambiamento: dalla semplice erogazione liberale alla co-progettazione di un’attività, dal coinvolgimento dello staff alla sponsorizzazione di eventi e campagne, dai regali aziendali al cause related marketing. Scopri di più alla sezione dedicata.

La legge prevede:

  • Deduzione dal reddito delle erogazioni in denaro fino a 30.000,00 €uro (fino a €uro 2.065,83 per donazioni effettuate entro il 31/12/14) o al 2% del reddito.
  • Deduzione dal reddito delle erogazioni in denaro o in natura sino al 10% del reddito dichiarato e sino ad un massimo di 70.000,00 €uro
  • Deduzioni del costo del personale per servizi gratuiti fino al 5 per mille del costo complessivo

Non rilevano ai fini del reddito: le cessioni gratuite delle derrate alimentari e prodotti farmaceutici; le cessioni gratuite di beni il cui costo specifico non superi 1032,91 €, (concorre al limite di cui al punto 1).
Ricorda di conservare il riepilogo delle donazioni rilasciato da CELIM e l’estratto conto o la ricevuta del contributo. Non è possibile dedurre le donazioni in contanti, anche se viene rilasciata una ricevuta.
Per maggiori dettagli, informati presso il tuo commercialista di fiducia.

IN MEMORIA

di chi non c’è più

Certamente. Se desideri associare la memoria di una persona cara al sostegno per un progetto o in generale per le attività di CELIM, possiamo inviare una lettera alla famiglia della persona scomparsa per informarla del tuo gesto.
Nella causale della tua donazione ricorda di specificare “in memoria di” e scrivi a info@celim.it per richiedere la lettera specificando il contatto cui indirizzarla.
Le donazioni in memoria, se di modico valore, non richiedono atti formali né il consulto di un notaio e, al pari delle altre donazioni, sono detraibili/deducibili.

In occasione di un matrimonio, un compleanno, un battesimo o una qualsiasi ricorrenza e giorno speciale, puoi decidere di trasformare il tuo regalo in un regalo anche per il resto del mondo attraverso una donazione. CELIM invierà un “attestato di buona azione” alla persona cui decidi di regalarlo per informarla del tuo gesto.
Nella causale della tua donazione ricorda di specificare “in occasione di” e scrivi a info@celim.it per richiedere l’attestato specificando il contatto cui indirizzarla. Regala una donazione ora!
Anche questo tipo di donazione è fiscalmente detraibile/deducibile.

Sì, sempre eccetto le donazioni in contanti. Per poter usufruire delle agevolazioni, le donazioni devono essere effettuate tramite strumenti di pagamento tracciabili (bonifico, bollettino, assegno, carta di credito). A fine anno, CELIM invierà il riepilogo delle donazioni da te effettuate. Vai alla pagina Dona ora per maggiori dettagli.

TESTAMENTO

procedure e modalità

Sì, nel rispetto della quota legittima che per legge deve andare agli eredi legittimari (vedi le Domande successive) possono essere beneficiari di un testamento anche persone giuridiche come enti non profit, di pubblica utilità, ecc. Il beneficiario deve in ogni caso essere esattamente indicato e individuabile, affinché la disposizione testamentaria sia valida.

La legge italiana prevede che una parte del patrimonio (quota legittima) deve essere garantita ai legittimari, ovvero coniuge, figli, fratelli o genitori (in assenza di figli). Chi fa testamento può decidere liberamente della restante parte di patrimonio (quota disponibile).
È possibile destinare un bene mobile (opere d’arte, gioielli, arredi), immobile (appartamenti, terreni, fabbricati), una polizza vita, una parte o l’intero patrimonio disponibile (denaro, titoli, azioni, buoni postali, fondi di investimento o il proprio TFR).

Secondo la legge italiana le volontà testamentarie devono necessariamente essere espresse per iscritto. Esistono tre tipi di testamento e in qualsiasi momento puoi decidere di passare da una forma all’altra:
Il testamento olografo è un documento scritto a mano, che deve essere datato (giorno, mese, anno), firmato per esteso (nome e cognome) e composto di disposizioni chiare, prive di dubbie interpretazioni. Il testamento olografo deve essere conservato in un luogo sicuro: si consiglia di redigerne due copie originali e depositarne una presso un notaio. Se il testamento olografo viene distrutto o rovinato, esso risulterà nullo.
Il testamento segreto è un documento mano o dattiloscritto, posto in una busta sigillata e consegnato, alla presenza di due testimoni, al notaio che redige un verbale di deposito e lo conserva fino al momento dell’apertura.
Il testamento pubblico viene redatto e custodito direttamente dal notaio, che ne garantisce la correttezza formale e accerta la capacità di intendere e di volere del testatore. Il notaio ne dà lettura alla presenza di due testimoni e ne dispone le firme.

Sì, puoi modificare o revocare le tue disposizioni in qualsiasi momento.

I familiari che ereditano per legge e sono: coniuge, figli, fratelli (se mancano i figli), genitori (se mancano i figli) o altri parenti entro il 6° grado (solo se unici eredi).
Se la persona lascia, l’eredità spetta:

  • solo il coniuge: ½ al coniuge (legittima) e ½ è la quota disponibile
  • il coniuge e un figlio: ⅓ al coniuge (legittima), ⅓ al figlio (legittima) e ⅓ quota disponibile
  • il coniuge e due o più figli: ¼  al coniuge (legittima), 2/4 ai figli (legittima) e ¼ quota disponibile
  • un figlio: ½ al figlio (legittima) e ½ quota disponibile
  • due o più figli: ⅔ ai figli (legittima) e ⅓ quota disponibile
  • ascendenti legittimi: ⅓ agli ascendenti (legittima) e ⅔ quota disponibile
  • coniuge e ascendenti legittimi, senza figli: ½ al coniuge (legittima), ¼ agli ascendenti (legittima) e ¼  quota disponibile

In assenza di testamento, il patrimonio viene diviso tra gli eredi legittimari (vedi la Domanda precedente) in base alle quote previste dal codice civile. In caso di assenza di parenti entro il 6° grado, l’intero patrimonio andrà allo Stato, che acquista la qualità di erede di diritto senza bisogno di accettazione e non risponde dei debiti ereditari oltre il valore dell’eredità.

Certamente, ciò che conta non è l’entità, ma lo spirito con cui fai il lascito. Anche un piccolo contributo fa la differenza.

I lasciti testamentari verranno utilizzati per sostenere i nostri progetti umanitari nei Paesi in cui operiamo e a seconda dei bisogni dei beneficiari di volta in volta individuati. Se vuoi vincolare il tuo lascito ad un particolare tipo o area di intervento, sarebbe meglio concordarlo prima con noi.

No, l’eredità a favore di un ente non profit, quale è CELIM, non sono soggette ad alcun tipo di imposta.

POLIZZA

assicurazioni

Sì. Il premio dell’assicurazione sulla vita non fa parte del patrimonio ereditario e può anche essere destinato a un’organizzazione non profit come CELIM. E’ possibile designare CELIM come beneficiario, unico o tra gli altri, e la decisione è nel tempo modificabile.

5x1000

dichiarazione dei redditi

No, il 5×1000 non è obbligatorio, a differenza dell’8×1000 destinato allo Stato o alle Confessioni religiose, né sostituisce il 2×1000 a favore dei Partiti e Associazioni culturali, anch’esso non obbligatorio. Sta al contribuente decidere di destinare il 5×1000 delle imposte che deve pagare allo Stato a favore, tra altre categorie, delle Onlus come CELIM. Informazioni dettagliate sul 5×1000 al sito 5-per-mille.it 

Nei modelli CUD, 730 o UNICO trovi un allegato dedicato al 5×1000: basta apporre la tua firma e indicare nell’apposito riquadro il codice fiscale di CELIM Milano: 80202830156.

Se ti dimentichi di inserire il codice fiscale di CELIM, il tuo 5×1000, insieme a quello di altri che non hanno indicato il codice di un ente specifico, sarà ripartito in maniera proporzionale in base al numero di preferenze ricevute dalle altre associazioni appartenenti alla stessa categoria, nel nostro caso Onlus.

No, per l’8×1000, obbligatorio, la scelta è tra Stato o confessioni religiose. Il 5×1000 non è obbligatorio e la scelta è tra Onlus, cooperative sociali e associazioni di promozione sociale, enti di ricerca scientifica e universitaria, enti di ricerca sanitaria.

Puoi inviare la tua dichiarazione all’Agenzia delle Entrate dal 1 maggio e fino alle scadenze stabilite, che variano a seconda del modello: 7 luglio per il Modello 730, per i lavoratori dipendenti; 30 giugno in forma cartacea e 30 settembre in forma telematica per il Modello Unico, per i lavoratori con redditi a tassazione separata non avendo un datore di lavoro e non essendo titolari di pensione; 1 agosto per il Modello 770. Tutte le scadenze fiscali possono essere prorogate quindi informati presso l’agenzia delle Entrate sugli eventuali ulteriori termini per presentare o rettificare la dichiarazione dei redditi.

Purtroppo no, passano circa 2 anni dalla tua dichiarazione dei redditi alla ricezione da parte nostra del tuo 5×1000. Ciò non toglie che anche allora il tuo contributo sarà prezioso per migliaia di donne, uomini e bambini al fianco dei quali staremo lavorando.

Sì, puoi: anche chi non ha l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi può, senza alcun onere, esercitare l’opzione del 5×1000: basta consegnare la scheda fornita dall’Inps insieme alla Certificazione Unica in busta chiusa ad un ufficio postale, uno sportello bancario o ad un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF o commercialista). Sulla busta scrivi “scelta per la destinazione del 5 per mille dell’IRPEF” e indica i tuoi dati (nome, cognome e codice fiscale).