«Green School» è ripartito sebbene a distanza, in linea con le direttive anti Covid-19. Nei giorni scorsi sono ripresi i corsi online per insegnanti sulle tematiche ambientali. Corsi che continueranno a gennaio, febbraio e inizio marzo.

Il progetto ha come obiettivo l’educazione dei bambini e dei ragazzi dalla scuola dell’infanzia alla scuola superiore all’attuazione di buone pratiche nel rispetto dell’ambiente. Partito nel 2009 a Varese, «Green School» mira a diffondere nella società civile la conoscenza dei temi ambientali e a favorire atteggiamenti, azioni e forme di partecipazione attiva delle scuole, della popolazione e delle istituzioni, volti alla tutela dell’ambiente, alla lotta ai cambiamenti climatici e alla mitigazione dell’impatto antropico.

«Tutto inizia dagli insegnanti – spiega Silvia Ielmini di CELIM -. Sono loro che devono lavorare per approfondire i temi ambientali, mettere in atto buone pratiche insieme ai ragazzi e verificare quali ricadute queste abbiano nel loro contesto». Diventa quindi fondamentale che questi docenti abbiano una formazione adeguata sui principali temi ambientali: acqua, biodiversità, cambiamento climatico, fonti energetiche, rifiuti, ecc.

«I corsi che abbiamo ripreso – continua Silvia – riguardano proprio questi temi. Esperti dell’Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale) e della Fla (Fondazione lombarda per l’ambiente) nelle loro lezioni inquadrano le singole tematiche a livello teorico e offrono spunti su come si possono migliorare le criticità. Saranno poi gli insegnanti ad applicarle con i loro studenti e a constatarne l’efficacia in base a parametri scientifici».

La pandemia di Covid-19 come ha cambiato le attività del progetto? «Prima che si diffondesse il coronavirus – conclude Silvia -, sia i corsi di formazione sia le attività con i giovani erano svolte in presenza. Ora non è più possibile. Abbiamo così deciso di continuare a portare avanti le iniziative online. Saranno poi gli insegnanti, a seconda della scuola in cui operano, a trasmettere direttamente o indirettamente (attraverso lezioni telematiche) le buone pratiche. Dobbiamo adattarci alle nuove modalità operative. Non possiamo farne a meno. Ma ciò non ci ha fermato e non ci fermerà».

Programma corsi

Scuole dell’infanzia e primaria

  • 19 gennaio: biodiversità
  • 3 febbraio: rifiuti
  • 2 marzo: cambiamenti climatici
  • 16 marzo: acqua

Scuole secondarie

  • 21 gennaio: aria
  • 26 gennaio: biodiversità
  • 9 febbraio: elettromagnetismo
  • 16 febbraio: rifiuti
  • 4 marzo: clima

Info: [email protected]

Progetti correlati