• Cosa facciamo > Facciamo progetti

    Conservazione delle aree protette

    Sostenibilità ambientale in Albania

Paesaggio Protetto di Vjosa-Narta, Albania
  • L’Albania è un Paese con un ricco patrimonio ambientale e paesaggistico che purtroppo risente di una cattiva gestione e dell’elevato impatto ambientale di abitanti e attività economiche locali. Tuttavia, lo sviluppo sostenibile e la tutela ambientale sono punti chiave per l’integrazione in Unione Europea.

    Obiettivi di progetto: in tre anni sensibilizzare la popolazione locale su temi ambientali al fine di ottimizzare la gestione delle aree naturali protette, diminuire l’impatto e i danneggiamenti ambientali e migliorare il turismo sostenibile.

     

  • 46.000 persone sensibilizzate

    Incontri informativi con circa 2.400 studenti

    Seminari e laboratori su impianti ad energia rinnovabile e turismo sostenibile per circa 300 residenti

Dopo l’adesione a Natura 2000, il principale strumento dell’Unione Europea per la conservazione della biodiversità e tra i criteri di adesione del Paese all’UE, l’Albania ha iniziato a costituire circa 4.600 kmdi parchi nazionali e riserve protette. Tuttavia, la gestione di queste aree non è ottimale: la riforma relativa soffre la carenza di competenze tecniche e di risorse finanziarie.
La protezione dell’ambiente è un tema centrale a livello internazionale e l’Albania è uno dei firmatari dell’accordo di Parigi sul clima del 2015. Purtroppo però la firma non basta: il paese non ha ancora una strategia per ridurre le emissioni di CO2.
L’inconsapevolezza degli abitanti riguardo le alternative più sostenibili non fanno che peggiorare la situazione e l’educazione ambientale dei giovani è molto scarsa.

Le foreste e gli ecosistemi sono minacciati dall’alto consumo di carbone della popolazione locale

Qui entra in gioco il nostro progetto, le cui attività coinvolgeranno tanto il Ministero dell’Ambiente quanto le Municipalità. Queste ultime infatti, in base alla nuova legge, devono ridurre il più possibile le lacune manageriali ed operative.
Mentre per ridurre l’impatto legato all’attività umana, puntiamo da un lato sulla formazione professionale delle guardie parco e dei funzionari e sulla sensibilizzazione dei giovani, dall’altro sulla partnership con imprese ad ampio impatto ambientale.
Per più di 2.400 studenti e 96 insegnanti saranno organizzati incontri nelle scuole e visite nelle aree protette per aumentarne la consapevolezza e istruirli sull’importanza della tutela dell’ambiente.

Paesaggio Protetto di Vjosa-Narta, monastero di Zvërnec, Albania

Il 70% della popolazione albanese è composto da giovani: formarli sull’educazione ambientale è una sfida per il futuro

Un altro tassello fondamentale nella difesa dell’ambiente è la sostituzione delle fonti di energia tradizionale con l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile. Questa, infatti, rappresenta una risposta sostenibile dal punto di vista economico e ambientale al problema dell’eccessivo sfruttamento delle foreste.
Il nostro intervento prevede l’organizzazione di seminari e laboratori specifici destinati a circa 300 residenti. Inoltre, almeno 50 imprese identificate tra quelle a maggiore impatto ambientale verranno dotate di impianti di energia rinnovabile, riciclo e gestione dei rifiuti.

Formare le popolazioni locali è necessario, ma non basta: serve investire e insistere sul turismo sostenibile.
Infine verrà predisposto, a favore del Ministero dell’Ambiente, un piano di riduzione di CO2 all’interno delle Aree Protette nella logica degli Accordi di Parigi e dei suoi meccanismi di Carbon Finance.

Questo progetto, oltre a portare benefici all’ambiente e alle persone, va ad agire anche all’interno di alcuni programmi internazionali per la tutela dell’ambiente. Oltre a Natura 2000 dell’Unione Europea, l’intervento agirà in modo specifico su 3 dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile promossi dal Programma per lo Sviluppo delle Nazioni Unite: life on lands, energia pulita e a prezzi accessibili, produzione e consumo responsabile; inserendosi quindi in un tentativo globale di rendere il mondo un posto migliore.

  • Mi chiamo Manuel Castelletti, sono laureato in Economia e sono il responsabile del progetto.

Sintesi schematica del progetto

L’obiettivo generale del progetto è contribuire alla protezione delle aree protette (AP) in Albania, create dopo l’adesione a Natura 2000. Nello specifico, in tre anni puntiamo a rafforzare le misure di gestione e conservazione del Parco Nazionale di Llogara, del Paesaggio Protetto di Vjosa-Narta, del Parco Nazionale del Monte Tomorri, del Parco Nazionale di Bredhi I Hotoves-Dangelli, del Parco Nazionale Dajt e delle relative zone limitrofe.

Attività:

  • Rafforzare i comitati di gestione delle AP composti da Municipalità, rappresentanti dei villaggi, associazioni locali, imprese, attraverso la realizzazione di 12-15 Azioni Comunitarie a favore delle aree protette
  • Supportare l’Agenzia Nazionale per le AP attraverso l’aggiornamento dei piani di gestione, la formazione dei corpi forestali, il finanziamento di attività di riforestazione, tutela della biodiversità, modernizzazione della strumentazione a disposizione
  • Collaborazione scientifica per definire i piani di riduzione di emissioni di C02 all’interno delle aree protette e per trovare soluzioni legate ad energie rinnovabili sostenibili per le comunità locali con particolare riferimento ad imprese e attività domestiche
  • Incontri nelle scuole e visite nelle aree protette con gli studenti per aumentare la consapevolezza attraverso la realizzazione di micro-progetti ambientali pensati ed implementati dagli studenti e l’organizzazione di seminari e laboratori specifici sugli impianti di energia rinnovabile
  • Approfondimenti e sensibilizzazione di ampio raggio attraverso tv, radio e internet per promuovere consapevolezza e turismo sostenibile nelle AP

Fine ultimo: migliorare la governance delle aree protette, ridurre del 30% i danneggiamenti all’ambiente in 5 aree protette, ridurre le emissioni di CO2 e aumentare del 10% i visitatori di queste aree.

  • Titolo progetto
    Azione Comunitaria per la conservazione delle Aree Protette dell’Albania – A.C.A.P.

    Responsabile progetto
    Luciano Bocci, albania@celim.it

    Date
    aprile 2018/aprile 2021

    Partner
    COSV
    National Agency for the Protected Areas – NAPA,
    Institute for National Conservation in Albania – INCA

  • Altri enti coinvolti
    International Union for Conservation of Nature – IUCN ECARO
    Parco Regionale Campo dei Fiori – PCF
    Comune di Milano
    Ingegneria Senza Frontiere – ISF
    Carbonsink s.r.l.
    Kallipolis

    Download
    Brochure

Finanziatori del progetto

Sostieni il progetto

  • 30€

    acquisti materiale di sensibilizzazione ai temi ambientali

  • 50€

    organizzi una visita studentesca in un’area protetta

  • 150€

    sostieni microprogetti ambientali rivolti ai giovani

  • 300€

    acquisti un impianto di energia rinnovabile

Le donazioni online avvengono tramite PayPal: cliccando sull'offerta prescelta verrai reindirizzato alla pagina PayPal in cui potrai concludere la tua donazione.
Per altre forme di donazione visita la pagina DONARE A CELIM >
La tua donazione è deducibile/detraibile. Per ogni altro dubbio visita la sezione DOMANDE >
News correlate